OneGeology Kids banner To be the provider of geoscience data globally Navigation
Main content
Bottom links

1G Kids


Deserto senza sabbia

Ti sorprenderebbe sapere che ci sono deserti con poca o niente sabbia?

Il vento che trasporta sabbia può levigare le rocce fino a che non sono lisce e lucenti. Nel tempo una crosta (come quella del formaggio) si forma sulla superficie delle rocce e viene chiamata vernice del deserto.

Una superficie alterata, chiamata vernice del deserto, si è formata su queste rocce in Mauritania.

Il vento trasporta via le particelle più piccole come la sabbia e la polvere, mentre le rocce Larry e sassi, che sono troppo pesanti per il vento, sono lasciate indietro. Nel tempo uno strato di rocce e sassi si può concentrare al suolo. Lo strato di rocce viene chiamato serir, gibber o hamada.

Tutta la sabbia è stata spazzata via lasciandosi dietro solo le pesanti rocce. Un pavimento desertico in Mauritania.

Il vento che trasporta sabbia leviga le rocce fino ad avere superficie quasi piatte e si forma un lato per ogni direzione in cui soffia il vento: queste rocce vengono chiamate ventifatti.

Ventifatto
Clicca per ingrandire e vedere la legenda.

  1. Granelli di sabbia
  2. Vento
  3. Superficie abrasa
  4. Ventifatto

Rocce ventifatte trovate nel deserto argentino.


 

« Indietro Gordon Ghiacciaio