OneGeology Kids banner To be the provider of geoscience data globally Navigation
Main content
Bottom links

1G Kids


Brachiopodi

La storia dei Brachiopodi sulla Terra è veramente molto lunga (almeno 550 milioni di anni). La loro prima comparsa come fossili è in rocce dell'inizio dell'età Cambriana, e i loro discendenti sopravvivono, anche se abbastanza raramente, nei mari e oceani di oggi. I Brachiopodi furono particolarmente abbondanti durante l'Era Paleozoica (da 541 a 242 milioni di anni fa) e sono spesso i fossili più comuni nelle rocce di quell'età. I Brachiopodi sono organismi marini che appartengono al phylum Brachiopoda del regno animale. I Brachiopodi moderni occupano una serie di ambienti sui fondali marini dai tropici alle acque fredde dei mari Artico e Antartico.

I Brachiopodi hanno vissuto nei mari molto a lungo e possono essere trovati ancora oggi.

Esempio di Brachiopode.

I Brachiopodi sono in pratica privi di difesa e la loro conchiglia, che racchiude gli organi dell'animale, è la loro unica protezione. La maggior parte di loro sta permanentemente attacata mediante uno stelo carnoso (il peduncolo) a una superficie dura del fondo marino come un affioramento di roccia, un masso o qualche altra conchiglia. I Brachiopodi sono incapaci di procurarsi cibo attivamente.

Alcune specie di Brachiopodi possono attaccarsi direttamente a un sedimento inconsolidato e altri non si fissano affatto. Il peduncolo è l'unico tessuto molle che fuoriesce dalla conchiglia che si apre e chiude per permettere alle correnti marini che trasportano cibo di passarci attraverso.

Brachiopodi spiriferidi dall'ampia cerniera sono stati collegati agli uccelli. Per esempio, in Cina, il nome popolare di tali forme è rondini di pietra, e vengono bollite in acqua insieme ad erbe varie per produrre pozioni e polveri medicinali.

 

« Indietro Andreas